La LOGICA del ri-ciclo

 

La LOGICA del ri-ciclo

 “ Non è la terra che appartiene all’uomo, ma è l’uomo che appartiene alla terra”1

La natura e tutti gli organismi viventi di cui essa è composta ha la capacità di mantenere l’equlibrio ecologico attraverso naturali processi che consentono di recuperare, riciclare le risorse del pianeta.

L’uomo da solo non ne è capace, anzi nel corso di tutta la storia ha causato notevoli alterazioni al ciclo naturale.

Una società altamente industrializzata è una società  che produce svariate tipologie di rifiuti, consumando risorse naturali che un tempo sembravano infinite ed inesauribili e che oggi, grazie ad una maggiore coscienza della società moderna, vengono usate con maggior senso di responsabilità.

La Logica si pone l’obbiettivo di aiutare le aziende e la collettività a non sprecare risorse fondamentali per uno sviluppo sostenibile, cercando di differenziare un numero sempre maggiore di rifiuti per avviarli al riciclo attraverso una fitta rete di aziende specializzate per le diverse tipologie di materiali trattati. Una sempre maggiore attenzione viene posta alla separazione alla “fonte” cercando di coinvolgere le aziende a raccogliere in forma sempre più differenziate, ove possibile, i rifiuti prodotti per sprecare sempre meno risorse e abbattere gli alti costi di discarica.


1 Citazione tratta dalla risposta del capo degli Indiani Seattle alla richiesta di vendita di un vasto territorio indiano, 1854